Google Maps? Ti dirà anche quando puoi fare la spesa

google maps cartina

Una bella novità in arrivo per tutti gli amanti dello shopping compulsivo (ma non solo) che ogni giorno si trovano a combattere contro un nemico implacabile: la mancanza di tempo. E le code, si sa, ne fanno perdere tanto di tempo. Vorremmo evitarle ovunque e comunque.

Nell’ultimo aggiornamento dell’applicazione mobile di Google Maps è stata introdotta una feature con la quale è possibile sapere, in tempo reale, il “livello di sovraffollamento” presente in un locale o in un qualsiasi altro esercizio commerciale.

Google Maps Feature Gif

Non più solo una stima: Google Maps ora ci dirà in qualsiasi momento se un locale è affollato o meno.

Si tratta di un update in linea con l’obiettivo (nonché la missione) portato avanti da Big G ormai da qualche anno: quello di informare, fornendo risposte il più possibile pertinenti e complete alle richieste effettuate dall’utente sul motore di ricerca.

Non a caso, infatti, proprio questa nuovo feature è un’evoluzione di Popular Times, funzionalità introdotta soltanto un anno fa che, tramite un grafico a barre, faceva una previsione sugli orari di punta di un negozio nel corso della settimana. Dati e analisi ottenute in base allo storico delle visite in-store rilevate in passato.

bar

Ora invece le informazioni non saranno più soltanto una semplice stima, ma ci diranno in real-time se (e quanto) sia sovraffollato un negozio, un bar, un supermercato, evitandoci così a monte code o perdite di tempo a cercare un parcheggio. Con la voce “People typically spend”, poi, Google Maps fornisce anche un’indicazione di massima sul tempo trascorso dalle persone in quel luogo.

In definitiva, a cosa può servire l’innovazione tecnologica, se non a migliorare la nostra vita? Di sicuro quest’innovazione, nell’immediato, ce la semplificherà non poco, permettendoci di ottimizzare tempo e spostamenti, con innumerevoli vantaggi anche per quanto riguarda più in generale la questione della mobilità sostenibile.

Non è tutto. Perché questa, a mio modo di vedere, è una novità che a lungo andare potrebbe trasformare radicalmente il nostro modo di pianificare gli acquisti, e di riflesso anche le nostre abitudini di consumo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...